L'Oréal si impegna sempre più a sostenere i disabili
Social and Societal Responsability

Da più di 15 anni L'Oréal si impegna ad attuare a livello mondiale una politica completa in favore della disabilità, fondata su 5 aree d'azione principali: accesso all'impiego e conservazione del posto di lavoro, sensibilizzazione, accessibilità dei luoghi di lavoro, informazione e collaborazione con il settore protetto.

Logo

Il Gruppo incoraggia inoltre progetti a livello locale e regionale organizzati dalle sue filiali e dai suoi marchi. Da questo punto di vista, il 2011 si è rivelato un anno ricchissimo di iniziative. Di seguito sono illustrati alcuni dei principali esempi di tale politica.

La Divisione Prodotti Professionali si concentra sul reclutamento


Nel 2008 la Divisione Prodotti Professionali di L'Oréal (che si occupa della distribuzione dei marchi L'Oréal Professionnel, Kérastase, Redken, Matrix e Pureology nei saloni di acconciatura) ha avviato una collaborazione con l'INJS (Istituto nazionale francese per i giovani non udenti), volta a favorire la formazione e l'integrazione sul posto di lavoro degli studenti disabili. Gli studenti dell'INJS frequentanti i corsi per ottenere il certificato di formazione professionale CAP o il diploma di qualifica professionale BEP per acconciatori, hanno potuto seguire le formazioni elaborate dalla Divisione. Il programma comprendeva lezioni sui trattamenti professionali per capelli e un laboratorio dedicato alle texture e ai colori. È stata inoltre creata una serie di strumenti per facilitare la comunicazione tra gli studenti ipoudenti e i clienti nei saloni. Ciascuno studente partecipante al corso di acconciatura è affiancato da un tutor che lavora presso la Divisione.

Il dipartimento Ricerca & Innovazione L'Oréal inaugura un centro di ricerca mondiale "accessibile"


Inaugurato ufficialmente nel marzo 2012, il nuovo Global Hair Research Centre, situato a Saint-Ouen, vicino Parigi, ha tenuto conto degli standard di accessibilità vigenti sin dalla fase di progettazione. È stata inoltre effettuata una valutazione più approfondita, allo scopo di individuare e realizzare ulteriori strumenti utili per i dipendenti disabili, quali targhette in Braille sotto i numeri degli uffici, codici colore sulle mappe delle strutture, ecc. Tale valutazione ha anche esaminato l'accessibilità digitale, in particolare l'adattamento delle postazioni di lavoro al computer alle esigenze delle persone affette da vari tipi di disabilità.

L'Oréal premia le iniziative concrete in favore dei disabili


La disabilità: una fonte d'innovazione

Per accelerare la mobilitazione dei vari Paesi, nel 2008 L'Oréal ha istituito i premi "Disability Initiatives", con l'obiettivo di premiare le entità operative che realizzano progetti concreti in favore dei disabili. Conferiti ogni due anni in presenza degli alti dirigenti, tali premi mirano a celebrare e a condividere le azioni intraprese dalle varie filiali L'Oréal in Francia e in tutt'Europa. Nel 2012 questo concorso è stato esteso alle filiali del Gruppo in tutto il mondo.

guida_handicap


L'Oréal ha sempre messo le persone al centro dell'azienda e l'ha fatto con una prospettiva a lungo termine. La crescita degli uomini e delle donne è uno dei fattori chiave alla base della performance economica e sociale del Gruppo.

Il desiderio di condurre una politica attiva in favore della diversità – come fattore di progresso, di innovazione e di creazione di legami sociali – è evidente da diversi anni e si è ampliato nel tempo di pari passo con la crescita del Gruppo.

Riconosciuta come una delle aziende più attraenti al mondo per i giovani laureati e come uno dei contesti più formativi per sviluppare le capacità di leadership tra i suoi dirigenti, L'Oréal è alla continua ricerca di un equilibrio tra il migliorare costantemente la propria efficienza e l'arricchire i propri team di talenti, a ogni livello e in ogni Paese.

Sezione Esperti

Per ulteriori informazioni su questo argomento, consulta i dati GRI (Global Reporting Initiative):