L'Oréal in prima linea in Giappone
Solidarity

Per contribuire alla ricostruzione delle aree funestate dal terremoto e dallo tsunami che hanno colpito il Giappone nel 2011, la filiale locale Nihon L'Oréal ha intrapreso iniziative a lungo termine volte a ricreare i legami sociali.

  • Il

    Il "Beauty Bus" degli "Acconciatori per la Speranza".

  • Un autobus trasformato in un salone di acconciatura

    Un autobus trasformato in un salone di acconciatura.

  • Il Community Café

    Il Community Café

  • Per il

    Per il "Beauty Bus" sono stati selezionati 8 acconciatori che hanno perso il proprio salone e la propria casa.

  • Inaugurazione della boutique Helena Rubinstein in Cina

  • Trattamenti di bellezza e consigli per il make-up per portare un po' di benessere ai residenti

    Trattamenti di bellezza e consigli per il make-up per portare un po' di benessere ai residenti.

L'11 marzo 2011 il Giappone settentrionale è stato colpito da un devastante terremoto, seguito da un mega tsunami che ha mietuto migliaia di vittime, lasciando moltissime persone senza casa. La donazione immediata di L'Oréal alla Croce Rossa, pari a 100 milioni di yen (oltre 900.000 euro), è stata solo l'inizio del suo programma di aiuti.

Numerosissimi dipendenti di Nihon L'Oréal si sono offerti volontari per aiutare gli abitanti della regione colpita. "Per ricostruire Tohoku è necessario un sostegno a lungo termine: Nihon L'Oréal farà il massimo per contribuire alla causa", ha dichiarato Maki Imura, direttore responsabile delle Comunicazioni Aziendali di Nihon L'Oréal. La filiale si è anche impegnata a sostenere iniziative a lungo termine in favore della comunità, come il "Community Café" e il "Beauty Bus" degli "Acconciatori per la Speranza", destinate agli abitanti delle zone di Miyagi e Iwate, duramente colpite.

"Hana-So": il caffè pubblico di L'Oréal


Creato dalla filiale giapponese di L'Oréal, in collaborazione con l'organizzazione non governativa JEN, il caffè "Hana-So" è un programma di solidarietà ideato per contribuire alla ricostruzione di Miyagi. "Abbiamo pensato di costruire un caffè pubblico a Ishinomaki, una città situata in una delle aree più colpite della regione di Miyagi, per ricreare i legami sociali distrutti dal disastro. Moltissime persone avevano perso la propria abitazione e con essa i contatti con gli altri e avevano bisogno di un luogo dove tornare a incontrarsi", afferma Maki Imura, direttore responsabile delle Comunicazioni Aziendali della filiale Nihon L'Oréal. "Qui gli ospiti possono riunirsi intorno a una tazza di tè, condividere informazioni, ricevere consigli utili, beneficiare di una seduta di make-up o persino di un massaggio".

Il 9 settembre 2011, in occasione della posa della prima pietra del caffè, in presenza di Klaus Fassbender, amministratore delegato di Nihon L'Oréal, della ONG JEN e del sindaco di Ishinomaki, i team di Nihon L'Oréal hanno avuto l'opportunità di stabilire un contatto iniziale con le comunità locali.

Il 29 novembre 2011 il "Community Café" ha aperto. Uno dei momenti clou della giornata è stato il laboratorio "Eyes for the Future", dal nome del programma di solidarietà lanciato da Lancôme nel giugno 2011 (che prevede una donazione di 100 yen al "Community Café" per ogni mascara venduto): durante tale evento il marchio ha offerto gratuitamente alle donne presenti sedute di bellezza e consigli sul make-up.

Da allora sono state assunte nella zona sette persone per lavorare all'"Hana-So", aperto ogni giorno dalle 10.00 alle 16.00. Ogni mese centinaia di persone si incontrano davanti a un caffè, servito gratuitamente.

Il 18 dicembre è stata organizzata una festa di Natale presso il "Community Café". Ancora una volta, i dipendenti volontari di Nihon L'Oréal si sono mobilitati, consentendo a un centinaio di abitanti locali di riunirsi, godersi dolci e massaggi e partecipare ai laboratori di realizzazione di ghirlande natalizie.

Il 10 marzo 2012, un anno dopo il disastro, si è svolto un evento in onore della ricostruzione di Tohoku, l'"Hana-So Blossom of Hope". 500 persone si sono recate presso il caffè "Hana-So", dove L'Oréal ha nuovamente proposto vari laboratori.

Il "Beauty Bus" degli "Acconciatori per la Speranza"


Uno shampoo, un bel taglio di capelli, una discussione incoraggiante con i professionisti presenti... Lanciato da Nihon L'Oréal nel settembre 2011, il "Beauty Bus" degli "Acconciatori per la Speranza" aiuta le persone che vivono in alloggi temporanei a ritrovare l'autostima, fornendo allo stesso tempo opportunità di lavoro agli acconciatori locali. Il "Beauty Bus" ha infatti già assunto 8 acconciatori che avevano perso sia il salone sia la casa in seguito al disastro.