Aimee Mullins, nuova ambasciatrice globale L'Oréal Paris
Marchi

Aimee Mullins, nuova ambasciatrice globale L'Oréal Paris

Straordinaria e sorprendente: Aimee Mullins è una donna che non può non suscitare ammirazione. Atleta eccezionale, modella affascinante, attrice di talento, Aimee è l'incarnazione del successo, del carisma e della bellezza più splendente. Da oggi entra a far parte della famiglia degli ambasciatori L'Oréal Paris.

"Le icone L'Oréal Paris sono tra le donne più belle al mondo. Sono onorata di entrare a far parte di questa famiglia. La frase 'Perché io valgo' ha un significato importante per me. La bellezza non si ferma all'apparenza; può essere uno strumento di affermazione e insieme un indicatore di personalità e fiducia in sé stessi", dice Aimee Mullins.

"Aimee incarna perfettamente la donna L'Oréal. Sublime, carismatica, forte. La sua vita è straordinaria in tutti i sensi possibili", afferma Cyril Chapuy, Global Brand President L'Oréal Paris.

"Aimee Mullins è una donna veramente eccezionale. Atleta di successo, musa, modella, attrice di talento, e ancora di più: una donna intelligente, curiosa e sicura di sé, che rappresenta pienamente la nostra filosofia 'Perché io valgo'. Siamo lieti di accoglierla nella famiglia L'Oréal Paris", dichiara Karen T. Fondu, presidente di L'Oréal Paris USA.

Nata con un'anomalia degli arti inferiori, Aimee ha perso entrambe le gambe quando aveva appena un anno. Lungi dal percepirsi come "disabile", ha fatto del suo corpo straordinario una fonte di ispirazione, sviluppando un senso unico della bellezza e del glamour. Forte, determinata e dotata di una vivida immaginazione, è riuscita a imporre la sua identità e la sua autonomia, affermandosi come pienamente abile e cambiando radicalmente lo sguardo degli altri su di sé.

Durante gli studi all'Università di Georgetown, compiuti grazie a una prestigiosa borsa di studio, Aimee ha iniziato una brillante carriera atletica, divenendo la prima donna con protesi agli arti inferiori a gareggiare nell'associazione sportiva universitaria di alto livello NCAA (National Collegiate Athletic Association). Ha partecipato ai Giochi Paralimpici di Atlanta nelle discipline dei 100 e 200 metri piani e del salto in lungo, stabilendo record mondiali in tutte e tre le categorie. Acclamata negli Stati Uniti come simbolo dell'atletica femminile, nel 2007 è stata eletta presidente della Women's Sports Foundation.

Dopo lo sport ha esplorato il mondo della moda. Nel 1999 è diventata la musa dello stilista britannico Alexander McQueen e ha sfilato a Londra indossando protesi in legno finemente intagliate. L'evento ha segnato la storia della moda, permettendo ad Aimee Mullins di entrare a far parte della lista delle "50 persone più belle del mondo" stilata dal settimanale americano People .

Aimee ha anche lavorato con entusiasmo nel mondo del cinema. Apprezzata per la sua performance in Cremaster 3 , diretto nel 2003 dall'acclamato artista contemporaneo Matthew Barney, recita ora di nuovo per lui nelle vesti di Iside, nell'adattamento cinematografico del romanzo di Norman Mailer Ancient Evenings.

Aimee è comparsa in numerose riviste internazionali di prestigio tra cui Vogue, Harper's Bazaar, W, Sports Illustrated, Life, Glamour ed Elle e partecipa regolarmente a programmi televisivi e conferenze, per condividere la propria esperienza e la propria visione dell'innovazione, del design e della bellezza.

Fa ora parte della famiglia degli ambasciatori L'Oréal Paris, insieme a Jennifer Lopez, Beyoncé Knowles, Rachel Weisz, Gwen Stefani, Gerard Butler, Freida Pinto, Diane Kruger, Aishwarya Rai e Patrick Dempsey.