100 000 Ans de Beauté, un'opera inedita sostenuta da L'Oréal Foundation Il Gruppo

Il libro100 000 Ans de Beauté, pubblicato da Gallimard sotto la direzione editoriale di Elisabeth Azoulay, è una riflessione multidisciplinare sulle questioni sollevate dalla bellezza e sulla rappresentazione del corpo attraverso le varie civiltà.

100 000 Ans de Beauté, un approccio inedito allo studio della costante ricerca della bellezza da parte dell'uomo nel corso delle varie epoche


Convinta che la bellezza sia una ricerca universale e una preoccupazione essenziale sin dalle origini dell'umanità, L'Oréal Corporate Foundation spera, attraverso questa iniziativa, di contribuire alla diffusione delle conoscenze e di incoraggiare l'emergere di nuovi punti di vista sulla bellezza.
100 000 Ans de Beauté è incentrato sulla ricerca della bellezza da parte dell'uomo attraverso i secoli e le civiltà ed è il primo libro a trattare questo tema con un approccio così ambizioso al tempo e allo spazio. Il libro poggia su una tesi cruciale: la ricerca della bellezza, attraverso il mezzo ideale rappresentato dal corpo umano, è una costante in tutte le civiltà. La modellazione del corpo, l'uso del colore, delle acconciature e degli ornamenti, la nudità e l'abbigliamento: l'impressionante varietà di questi segni dà vita a un linguaggio che definisce l'identità culturale, un'epoca o uno status sociale in particolare. Andando oltre questa diversità,100 000 Ans de Beauté dimostra l'universalità della ricerca.

Béatrice Dautresme, CEO di L'Oréal Corporate Foundation, commenta: "In un mondo in rapido cambiamento, L'Oréal esplora la questione fondamentale del significato della bellezza. Contribuire alla conoscenza sulla bellezza, far luce su alcuni aspetti e riflettere sulle attività legate alla bellezza sono alcune delle motivazioni che hanno ispirato questo lavoro di ricerca nel campo delle scienze sociali. 100 000 Ans de Beauté è perfettamente in linea con i valori di L'Oréal Corporate Foundation, sottolineando le inevitabili implicazioni psicologiche e sociali della bellezza dal momento che, se non si presta attenzione al proprio aspetto, non può esserci vita sociale e se non si dichiarano le proprie scelte estetiche non può esserci civiltà".

Elisabeth Azoulay, direttrice editoriale del libro, commenta: "Stiamo entrando in una nuova fase della storia della bellezza, che porta con sé considerevoli cambiamenti all'interno della società (rispetto delle differenze, salute pubblica, sviluppo delle biotecnologie). Il ventaglio delle risorse di cui le persone dispongono attualmente per prendersi cura del proprio corpo o addirittura trasformarlo aumenta costantemente e ognuno si trova di fronte ad alcune scelte. Il nostro intento era fornire una fonte di documentazione e un quadro di riferimento sulla bellezza che permettesse alla gente di operare scelte consapevoli, adeguate a ogni singolo caso. In altre parole, volevamo fare tutto il possibile per dare a tutti più libertà, possibilità di crescita personale e autostima".

Questo progetto rappresenta una grande impresa dal punto di vista editoriale: riunisce infatti i contributi di 300 scrittori di 35 diverse nazionalità e offre un approccio internazionale e multidisciplinare. Antropologi, archeologi, etnologi, sociologi, artisti, filosofi, storici, critici d'arte, curatori di musei, psichiatri... Ciascuno degli scrittori che hanno contribuito a100 000 Ans de Beauté dà una lettura originale della ricerca della bellezza e delle rappresentazioni del corpo.
Attraverso questa iniziativa condivisa e originale, L'Oréal Corporate Foundation si augura di:
- contribuire a far emergere nuovi punti di vista sulla bellezza, una questione fondamentale di cui si sa ancora poco, ma che costituisce un aspetto importante nella storia dell'umanità;
-far conoscere il suo settore d'attività: la bellezza. L'Oréal desidera considerare la sua expertise alla luce di approcci storici, culturali e antropologici, con l'intento di fornire una risorsa documentaria esaustiva sulla bellezza, dando così a tutti più libertà, possibilità di crescita personale e autostima.

Informazioni su L'Oréal Corporate Foundation

L'Oréal Corporate Foundation, creata nel 2007, persegue l'obiettivo di rendere ogni giorno il mondo un luogo più bello. Attinge ai valori e all'attività del Gruppo per rafforzare e portare avanti l'impegno di quest'ultimo verso la responsabilità sociale.
Come seconda maggiore fondazione aziendale francese, con un bilancio pluriennale di 40 milioni di euro, L'Oréal Foundation è impegnata sotto tre punti di vista: la promozione della ricerca scientifica nella scienza di base e nelle scienze sociali, il sostegno all'istruzione e l'aiuto alle persone rese vulnerabili da cambiamenti del loro aspetto nel rivendicare il posto a cui hanno diritto nella società.

Cinque volumi che trattano cinque importanti fasi nella storia della bellezza

Ogni volume corrisponde a una specifica pietra miliare nella ricerca della bellezza
La direzione scientifica di ogni volume è stata affidata a uno specialista del periodo interessato: Pascal Picq (Preistoria), Georges Vigarello (Antichità, Età Classica), Marc Nouschi (Età Moderna), Elisabeth Azoulay e Françoise Gaillard (Futuro).
L'opera presenta una prefazione di Michel Serres.
Ogni volume comprende tra i 60 e i 100 articoli ed è suddiviso in capitoli che consistono in un'introduzione generale al tema, al periodo o alla civiltà interessata e in articoli tematici.
Pubblicato da Gallimard,100 000 Ans de Beauté sarà disponibile in libreria a partire da ottobre 2009