In seguito alla sentenza emessa dal Tribunale di prima istanza di Parigi il 13 maggio 2009, L'Oréal ricorre in appello e conferma la sua volontà di prediligere la mediazione con eBay Il Gruppo


Nella causa contro eBay, L'Oréal specifica che il ricorso presentato oggi contro la sentenza emessa dal Tribunale di prima istanza di Parigi è una misura volta a tutelare i diritti del Gruppo.*
L'Oréal ribadisce di essere favorevole alla mediazione, al fine di definire misure efficienti e durature volte a contrastare la vendita di prodotti contraffatti su eBay.

Il Gruppo sottolinea che misure di questo genere sono già state adottate su altre piattaforme. Tali misure sono cruciali per garantire lo sviluppo dell'e-commerce in tutta sicurezza e riflettono le aspettative dei consumatori, delle piattaforme online e dei titolari dei diritti.

* Il 13 maggio 2009 il Tribunale di prima istanza di Parigi aveva riconosciuto che la piattaforma online eBay stava incontrando serie difficoltà nel prevenire la contraffazione nel campo dei profumi e dei cosmetici e aveva proposto una mediazione giudiziaria tra L'Oréal e eBay. Inaspettatamente, nonostante sia L'Oréal sia eBay si fossero mostrate favorevoli alla mediazione nel corso di un'udienza tenutasi il 25 maggio 2009, eBay ha deciso di notificare formalmente questa sentenza, che si è concretizzata nella fissazione di un termine di un mese per presentare appello. Di conseguenza, come misura cautelare, L'Oréal è obbligata a presentare ricorso contro la sentenza semplicemente per rispettare i termini procedurali.

Contatti stampa

Guylaine Mercier: (33) 1 47 56 40 24 / [email protected]
Guerric de Beauregard: (33) 1 47 56 83 06 / [email protected]