Stati Uniti: il primo forum multilaterale sul consumo sostenibile

Organizzato in collaborazione con l'ONG Forum for the Future, il forum "RE: Imagining Consumption" ha fornito l'opportunità per individuare strategie migliori volte a incoraggiare i consumatori ad adottare un comportamento più responsabile quando acquistano e utilizzano i prodotti.

Guarda il video

Su iniziativa della filiale americana L'Oréal, il 10 dicembre 2012 a New York si è svolto un innovativo Forum sul consumo sostenibile. Il Forum "RE: Imagining Consumption" è stato organizzato in collaborazione con l'ONG Forum for the Future, che da oltre 16 anni collabora con parti interessate della vita politica, economica e sociale di tutto il mondo per promuovere lo sviluppo sostenibile. "Trenta partecipanti, tra cui rappresentanti di ONG, marchi di beni di consumo, rivenditori, specialisti della comunicazione e del branding, si sono riuniti su invito di L'Oréal per provare a identificare le migliori strategie per incoraggiare i consumatori ad adottare pratiche di acquisto, uso e smaltimento dei prodotti maggiormente responsabili", spiega Pam Alabaster, vicepresidente senior dello Sviluppo Sostenibile e degli Affari Pubblici di L'Oréal USA. L'ordine del giorno del Forum prevedeva un'analisi delle prassi pionieristiche dei principali marchi, più un workshop sul consumismo nel 2020, un esame delle barriere al consumo sostenibile e l'identificazione delle strategie per indurre cambiamenti comportamentali nei consumatori.

Perché è stato creato questo forum?

Sally Uren, vice-CEO di Forum for the Future: La questione del consumo responsabile è troppo importante per essere risolta da una sola azienda. Ecco perché L'Oréal ha optato per un approccio che prevede più parti interessate e la collaborazione con tutti i diversi attori necessari per fornire un nuovo tipo di consumo sostenibile.

Perché è importante per la sua ONG lavorare con un'azienda come L'Oréal?

S. U.: Le sfide sociali, economiche e ambientali che stiamo affrontando richiedono azioni da parte della società civile, dei governi e delle aziende. Per un'organizzazione come Forum for the Future, è quindi fondamentale stabilire delle collaborazioni con gruppi come L'Oréal, leader mondiali nei propri mercati e impegnati in iniziative di sviluppo sostenibile.

Quali sono state le principali conclusioni del forum?

S. U.: Sono emersi tre punti principali. In primo luogo, occorre un linguaggio universale per lo sviluppo sostenibile, per scomporre il programma in messaggi significativi. In secondo luogo, dobbiamo ridefinire i concetti di felicità e successo in modo che non siano più sinonimi di "acquistare più prodotti". Infine, i prodotti del consumo sostenibile devono essere accessibili e disponibili a tutti.


Reimmaginare il consumo