Business inclusivo: L'Oréal, un attore dell'inclusione sociale

Integrare le persone con un basso reddito nella nostra catena di valore ogniqualvolta possibile: è questa l'ambizione di L'Oréal nel mondo.

L'Oréal si interessa della vita delle comunità in cui sorgono le sue sedi e i suoi stabili

L'Oréal si interessa della vita delle comunità in cui sorgono le sue sedi e i suoi stabilimenti.

L'Oréal si interessa della vita delle comunità in cui sorgono le sue sedi e i suoi stabili

L'Oréal si interessa della vita delle comunità in cui sorgono le sue sedi e i suoi stabilimenti.

Il Gruppo è profondamente impegnato a condividere la sua crescita con le comunità in cui opera. A tal fine, da diversi anni L'Oréal sperimenta modelli di business inclusivo, fondati sull'integrazione nella sua attività di popolazioni tradizionalmente escluse dai circuiti economici o dall'occupazione o che si trovano ad affrontare difficoltà sociali. Nel 2012, nel tentativo di andare ancora oltre, il Gruppo ha condotto uno studio a livello mondiale mirato a comprendere le chiavi del successo per questo tipo di progetti all'interno di L'Oréal e a modellare esperimenti di successo. Sono emerse tre aree principali potenzialmente sviluppabili su larga scala.

Progetti che contribuiscono all'inclusione sociale a livello locale

In primo luogo gli acquisti, che consentono, laddove possibile, di aprire le richieste d'offerta a diverse categorie di beneficiari tradizionalmente esclusi dai contratti con importanti gruppi internazionali. È questa la sfida principale del programma di acquisti globale "Solidarity Sourcing".

Vi sono poi l'istruzione e la formazione nelle professioni legate alla bellezza per le popolazioni fragili, un modello per cui il Gruppo inizierà diversi esperimenti nel 2013.

Infine, la microdistribuzione, come dimostrato dal modello Matrix implementato nelle favelas di Rio in Brasile, l'esempio che finora ha riscosso maggiore successo. Dal momento che il progetto soddisfa un imperativo aziendale, quello di penetrare nel mercato brasiliano con il suo settore retail scarso e frammentato, può essere duraturo. Si tratta di una soluzione vincente sia per il Gruppo sia per le beneficiarie del programma, che hanno trovato un'occupazione e che hanno incrementato notevolmente i propri ricavi diventando distributrici del marchio.

Questi esempi mostrano come L'Oréal possa rendere un contributo locale all'inclusione sociale nei Paesi in cui stabilisce una presenza. Nel 2013 il Gruppo condurrà nuovi esperimenti, il primo dei quali nel continente africano, in Ghana.

Stiamo aiutando le comunità attorno a noi a svilupparsi.
Alexandra Palt, direttrice Responsabilità sociale d'impresa e Sostenibilità

L'Oréal supporta lo sviluppo socio-economico presso i suoi stabilimenti

Il Gruppo è attivamente coinvolto con le comunità locali che vivono nelle vicinanze delle sue sedi amministrative, dei suoi stabilimenti e dei suoi centri di distribuzione. Questo approccio gli consente di svolgere un ruolo nei numerosi progetti locali che potenziano lo sviluppo socio-economico della zona. Le iniziative sono numerose: collaborazioni che consentono agli studenti negli istituti vicini di scoprire determinate professioni, contratti di professionalizzazione per i giovani su programmi di formazione, accordi (ad esempio in Francia) con l'ESAT (Ente e servizi di aiuto attraverso il lavoro) per aiutare i disabili a ottenere un posto di lavoro o contratti con i fornitori.