Chimica verde: primo articolo nella pubblicazione Green Chemistry

Nel 2012 la comunità scientifica internazionale ha riconosciuto l'impegno di L'Oréal nel campo della chimica verde. Un ulteriore sguardo al primo articolo di riferimento.

Chimica verde

La chimica verde, un processo al centro della politica di innovazione sostenibile di L'Oréal.

Chimica verde

La chimica verde, un processo al centro della politica di innovazione sostenibile di L'Oréal.

Nel 2012 l'impegno di L'Oréal verso la chimica verde è stato riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale quando Green Chemistry ha pubblicato un articolo* di Michel Philippe, Blaise Didillon e Laurent Gilbert. Green Chemistry è uno standard mondiale ed è nata su iniziativa dei fondatori della chimica verde. Un vasto numero di altre pubblicazioni ha citato i suoi articoli nel 2012. L'articolo illustrava la strategia di L'Oréal riguardo all'eco-design, all'uso di materie prime sostenibili e allo sviluppo di processi verdi. Prima della pubblicazione nel marzo 2012, è stato inviato a un comitato di revisione di tre esperti noti per il loro rigore. "Il comitato è rimasto colpito dal fatto che un attore industriale fosse riuscito a raggiungere tale livello di impegno e una strategia trasparente e che potesse essere un pioniere nella chimica verde", afferma Michel Philippe, incaricato dello sviluppo della chimica verde. "Inoltre è la prima volta che il giornale ha pubblicato un articolo sulla strategia di un produttore di cosmetici". Questo riconoscimento conferma la politica che L'Oréal persegue da diversi anni, che pone la chimica verde al centro dell'innovazione sostenibile.

* "L'impegno dell'industria nei confronti della chimica verde e sostenibile: l'uso di materie prime rinnovabili e lo sviluppo di processi e ingredienti ecocompatibili nel settore cosmetico", 2012, vol. 14, p. 952.